(fonte foto: Fortitudo Pallacanestro Bologna 103)

Nel delicatissimo infrasettimanale la Fortitudo di coach Antimo Martino recupera la partita contro Mantova al PalaBam (o Grana Padano Arena): servirà attenzione da tutti i lati in difesa e concretezza in attacco per portare a casa una vittoria che significherebbe un +4 su Montegranaro, prossima avversaria dei bianco blu. Bologna, senza capitan Mancinelli causa influenza, parte con Fantinelli, Hasbrouck, Rosselli, Pini e Leunen.

Pini nella confusione più totale mette i primi due di serata, Morse risponde dopo un minuto e sempre Pini riporta avanti la effe, poi l’allungo di Hasbrouck per il 2-6. Fortitudo padrona sotto le plance, ottima difesa che permette di allungare prima con la tripla di Leunen e poi col libero di Fantinelli in seguito ad un antisportivo, gli Stings non riescono ad entrare ancora in partita dopo 6 minuti e subiscono un altro contropiede, distanziandosi di 9 lunghezze prima del timeout di Finelli. In campo c’è solo l’aquila, 2+1 di Leunen che estende il massimo vantaggio (4-16), Mantova torna a segnare dopo un’eternità con Morse e con Ferrara dalla lunetta, Cinciarini rispedisce indietro la Pompea con un 4-0 personale e il primo quarto si chiude un minuto dopo: al 10′ è 8-20.

Hasbrouck risponde a Raspino, Venuto commette il terzo personale e permette a Veideman un comodo 2+1, poi eurostep di Cinciarini e doppia tripla di Visconti: Mantova ritrova il feeling col canestro e non si smette mai di correre, con la partita che aumenta di velocità azione dopo azione. Hasbrouck segna col fallo un layup alla Steph Curry e realizza l’aggiuntivo, facendo tornare a +12 la effe che, nonostante lo sprazzo della Pompea, ha mantenuto il divario allungandolo oltremodo grazie alla bomba di Hasbrouck e al 4-0 di Pini tra lunetta e appoggio, poi Rosselli e Cinciarini dilagano e si vola sul +22. Sinfonia a tinte bianco blu, Mantova non reagisce e al 20′ è 25-45.

Si torna in campo con una Mantova più aggressiva che trova il -16 con la tripla di Ghersetti ma che spreca numerose occasioni per avvicinarsi ulteriormente. La Fortitudo si rilassa e il parziale mantovano aumenta a 10-0 con l’appoggio di Metreveli; Cinciarini interrompe il parziale dopo il timeout obbligatorio di Martino ma Raspino da 8 metri risponde e fa tornare i suoi a -11, prima che Venuto (con 4 falli) spari da tre allo scadere dei 24” e Benevelli riporti ulteriore respiro ricacciando Mantova a -16. Ultimo tiro del quarto affidato a Veideman che sbaglia, 44-58 al 30′.

Mantova cerca e trova dei risultati sotto misura mentre la Fortitudo controlla senza riuscire però ad allungare causa una scarsa precisione dall’arco; Fantinelli riporta la situazione a +16, quarta infrazione dei 24” in un quarto dove non si segna per svariati minuti e i ritmi si abbassano notevolmente, con Mantova che sembra non crederci particolarmente. A 2′ dal termine Fantinelli prova a mettere il punto esclamativo, Veideman segna la tripla del -9 e il PalaBam torna a crederci, con Bologna che deve fare qualcosa per fermare una partita che è tornata ad essere tale. Altro cesto del solito Veideman per il -7, la effe in attacco sbaglia ma Pini nell’ultima azione conclude e mette la parola fine al match: vince la Fortitudo 60-69.

Altra vittoria di livello per la Fortitudo che gestisce un ampio vantaggio rischiando qualcosina nel finale, il primo quarto è stato decisivo per l’economia della partita, effe in sesta e Mantova in retromarcia. Il collettivo e la difesa, come sempre, hanno permesso all’aquila di girare la partita a proprio favore, colmando i vuoti offensivi soprattutto dall’arco. Con questa vittoria si allunga a +4 in classifica su Montegranaro, con tre giorni per preparare la supersfida proprio contro la Poderosa, in programma domenica 24 febbraio alle ore 18:00.

Tabellini:

POMPEA MANTOVA – FORTITUDO BOLOGNA 60-69

MANTOVA: Visconti 9, Ferrara 9, Raspino 11, Ghersetti 9, Veideman 14, Morse 4, Metreveli 2, Poggi, Vencato, Albertini, Maspero 2, Guerra. All. Finelli.

Tiri da 2 punti (17/28), 3 punti (6/24), liberi (10/14).

FORTITUDO: Hasbrouck 12, Pini 10, Rosselli 4, Fantinelli 9, Leunen 8, Cinciarini 14, Prunotto, Simon, Benevelli 9, Franco, Venuto 3, Sgorbati. All. Martino.

Tiri da 2 punti (21/39), 3 punti (4/20), liberi (15/16).

Luca Tassinari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categoria

Fortitudo, Serie A2

Tag

, , ,