(fonte foto: Fortitudo Pallacanestro Bologna 103)

Il primo dei due lunch match consecutivi della Fortitudo (che deve rispondere a Treviso) è il derby contro Imola al Palacattani. I padroni di casa vengono dalla netta sconfitta contro Udine per 83-71 e cercano riscatto tra le mura amiche, ma non sarà affatto semplice contro la squadra che in casa ha regolato un’agguerrita Verona per 96-71 tirando con quasi il 60% dall’arco. Si parte con Pini, Rosselli, Fantinelli, Hasbrouck e Leunen.

Rosselli da tre punti chiude una bella azione offensiva servito da Hasbrouck, Imola sbaglia due volte di fila dall’arco ma la effe non ne approfitta e butta altrettanti palloni alle ortiche. Momento di confusione con qualche pasticcio per entrambe le squadre, Bowers sblocca i suoi dopo 3′ di nulla e Fantinelli gli risponde nell’azione successiva, con Raymond che controbatte da tre riportando Imola a -2. Bologna prova a riprendere le redini del match, altro strappo positivo con Fantinelli che inchioda in contropiede, +6 e timeout obbligatorio per Di Paolantonio. Stepback di Hasbrouck che risponde a Bowers, torna in campo capitan Mancinelli dopo l’ultima in quel di Piacenza, i piccoli problemi offensivi e il parziale ritorno di Imola vengono risolti con tre triple di Cinciarini che li rispedisce a -9, che diventano 10 con l’ultimo libero del quarto, 14-24 al 10′.

Mancinelli stoppa Rossi in difesa e batte l’uomo con una gran giocata offensiva, grande triangolazione poi con Benevelli che chiude troppo facilmente, mentre Imola di riffo e di raffo riesce grazie ai propri americani a non restare lontana: altra penetrazione di Bowers e -7 Le Naturelle. Salgono a 9 le palle perse imolesi, Mancinelli ne mette 2, doppia tripla americana per Imola e risposta pronta di Leunen, che nell’azione successiva in contropiede appoggia senza problemi e riporta la situazione in doppia cifra di vantaggio per l’aquila. Kenny Hasbrouck si scalda sempre di più col passare dei minuti, tre triple consecutive e +14, poi si aggiunge anche Fantinelli dopo il break di Rossi, prima del contropiede ancora di Kennyhaz, fine del quarto e +17 bianco blu, 36-53 al 20′.

La fludità offensiva bolognese mette a dura prova la compagine imolese, che subisce ancora le avanzate bianco blu e gela a -20, non riuscendo a tornare in partita nonostante gli sprazzi di Raymond. Quarto per Rosselli, Bologna allenta la presa e Imola torna a -14 sul 51-65, facendo suonare un piccolo campanello d’allarme; Benevelli da tre e Mancinelli dalla lunetta rimettono distanza, si oscilla tra i 17 e i 20 di vantaggio senza particolari problemi, col terzo quarto che si chiude 60-77.

Doppia palla persa di Imola che consente alla Fortitudo di mettere il punto esclamativo sul match, 62-85 a 3′ dall’inizio del quarto e risultato già scritto da tempo. Il minimo svantaggio imolese è di 16 lunghezze, garbage time e spazio anche a Franco e Simon, che entra e segna il 100° punto con una giocata di pregevole fattura. Nulla di eclatante per il resto, si finisce in scioltezza con Imola che alza bandiera bianca col punteggio finale di 84-100.

Tutto fin troppo facile per la Fortitudo, che in un quarto e mezzo regola una Imola troppo dipendente dai propri americani e che non ha saputo contrastare l’attacco bolognese più per meriti di quest’ultimo, ottimo giro palla e ottime rotazioni per favorire tiri in buona posizione e miss match favorevoli. Cinque i giocatori in doppia cifra per Bologna (Benevelli, Hasbrouck, Cinciarini, Pini e Mancinelli) e, a parte Franco, tutti a referto con punti segnati, mentre dall’altra parte solo 5 hanno segnato.

Bologna resta con 6 punti di vantaggio su Treviso, prossima avversaria in un’altra delle partite più sentite del girone (se non LA), in programma domenica 27 gennaio, sempre a mezzogiorno, al PalaDozza.

Tabellini:

IMOLA – FORTITUDO BOLOGNA 84-100

IMOLA: Montanari 6, Bowers 22, Raymond 22, Magrini 4, Rossi 19, Ndaw, Crow 11, Calabrese, Wiltshire, Fultz, Simioni. All. Di Paolantonio.

Tiri da 2 punti (22/32), 3 punti (9/25), liberi (13/17).

FORTITUDO: Simon 3, Sgorbati 2, Benevelli 12, Venuto 4, Franco, Hasbrouck 16, Cinciarini 18, Pini 12, Mancinelli 10, Leunen 7, Rosselli 7, Fantinelli 9. All. Martino.

Tiri da 2 punti (26/39), 3 punti (13/27), liberi (9/10).

Luca Tassinari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categoria

Fortitudo, Serie A2

Tag

, , ,