(fonte foto: Fortitudo Pallacanestro Bologna 103)

La prima di ritorno della Fortitudo si potrebbe già definire come una delle “finali” di questo campionato: i bianco blu infatti ospitano la Tezenis Verona, che battendo fuori casa Cento nella scorsa ha allungato una striscia di vittorie consecutive che finora ne conta 9. Gli scaligeri proveranno il doppio colpo vittoria-differenza canestri: all’AGSM Forum, alla prima giornata, finì 81-90 in favore dei bianco blu. Si parte con Hasbrouck, Pini, Fantinelli, Rosselli e Leunen.

La sblocca Leunen da tre dopo un minuto e mezzo di nulla, Amato sfugge al 10 bianco blu due azioni dopo e firma il primo vantaggio per Verona, punteggio basso dopo 4 minuti di gioco grazie al prevalere delle difese sugli attacchi. Rosselli recupera in difesa e riporta avanti Bologna, che in difesa gira ottimamente mettendo in difficoltà l’avanzata scaligera e costringendo Dalmonte al timeout dopo la seconda palla persa di fila. Henderson pareggia e Cinciarini risponde con una tripla, poi ancora il 5 bianco blu in contropiede per il +5 prima e il +7 poi con due liberi allo scadere del quarto: Fortitudo avanti 17-10 al 10′.

Cinciarini riapre come aveva chiuso continuando il suo incredibile parziale personale di 12 punti consecutivi e portando la effe sul 22-10, mentre Verona fatica tremendamente a trovare il feeling col canestro e riesce solamente a segnare 2 punti in 3′ abbondanti di gioco. Candussi segna da 8 metri, Pini duetta con Rosselli due volte e Maspero centra la tripla, in una partita che col passare dei minuti si accende sempre di più. Leunen risponde a Candussi e nuovo +12 bianco blu, poi un paio di azioni confuse permettono alla Tezenis di tornare sotto a -9 con il lob di Ferguson, con Martino che chiama timeout per fermare l’inerzia. Si mette in ritmo finalmente Hasbrouck da tre, Cinciarini allo scadere recupera e segna l’ultimo canestro del primo tempo, che si conclude col punteggio di 43-32 in favore di Bologna.

Altra combo Rosselli-Pini chiusa dalla schiacciata del 22, Ferguson e Candussi limitano le distanze ma ci pensa il solito Pini a rimettere divario tra le squadre con un 2+1 allo scadere dei 24, parzialmente ricucito da Candussi nell’azione successiva. Rosselli dorme e si fa scippare da Ferguson, che due azione dopo segna anche da tre, ma Hasbrouck risponde a modo suo: tre triple consecutive e nuovo +12 che fa esplodere il palazzo, prima del +15 firmato da Benevelli. Terzo quarto sulle ali di Kennyhaz, altra tripla e fantastico assist a Leunen che ringrazia e schiaccia, Amato prima e Severini poi servono due triple che tengono a galla una Verona che nel terzo quarto ha subito molto e ne esce malridotta: 69-57 al 30′.

Alla festa dall’arco si aggiunge Venuto per quattro volte, facendo deragliare la difesa scaligera e portando la Fortitudo ad un rassicurante ventello di vantaggio a circa metà quarto, Hasbrouck continua a macinare punti e Bologna continua a mostrare una mano caldissima da tre: centri anche per Cinciarini e Rosselli, 92-69 a 2′ dalla fine e partita chiusa da inizio quarto. Minuti per Sgorbati, Prunotto e Simon, che entra e segna subito 2 ottimi punti con un reverse, Dalmonte fa entrare anche i suoi giovani e la partita finisce col risultato finale di 96-71.

Prestazione massiccia della Fortitudo che chiude definitivamente il capitolo Verona rifilando 25 punti ai gialloblu, fase difensiva imponente e attacco che ha girato al massimo delle proprie potenzialità, usando l’arma della Tezenis a proprio favore e chiudendo con quasi il 60% da tre. MVP Kenny Hasbrouck, 20 punti con 6/10 da tre e 19 di valutazione, seguono in doppia cifra Cinciarini (17 punti e 50% da due e da tre), Leunen (15 punti, 3/4 dall’arco) e Venuto (12 punti, 4/4 da tre). Dall’altra parta poca roba si salva apparte Ferguson (19 punti) e Candussi (20 punti), gli unici che hanno provato a dare una scossa ad una Verona pietrificata dalle triple biancoblu, poco pervenuto Amato.

Resta al comando con 6 punti di vantaggio la effe, segue Treviso che ha decimato Ferrara (72-98) assieme a Montegranaro (vittoria per 83-79 in trasferta a Jesi), crolla clamorosamente in casa Forlì contro Cagliari (87-101). Prossimo appuntamento dei bianco blu domenica 20 gennaio contro Imola, in un altro lunch match che si preannuncia molto insidioso.

Tabellini:

FORTITUDO BOLOGNA – VERONA 96-71

FORTITUDO: Sgorbati, Cinciarini 17, Mancinelli, Simon 2, Benevelli 6, Leunen 15, Prunotto, Venuto 12, Rosselli 9, Fantinelli 6, Pini 9, Hasbrouck 20. All. Martino.

Tiri da 2 punti (17/33), 3 punti (18/31), liberi (8/9).

VERONA: Dieng, Ferguson 19, Amato 7, Guglielmi, Oboe, Candussi 20, Henderson 9, Maspero 5, Udom, Quarisa, Severini 4, Ikangi 7. All. Dalmonte.

Tiri da 2 punti (16/26), 3 punti (8/33), liberi (15/19).

Luca Tassinari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categoria

Fortitudo, Serie A2

Tag

, , ,