Sono passati due giorni da quando la Virtus ha annunciato la nuova campagna abbonamenti per la stagione sportiva che sta per cominciare.  La dirigenza ha giustamente optato per 3 diverse tipologie di sottoscrizione:

      “FULL”: che comprende tutti gli incontri casalinghi della regular season di Serie A LBA e della prima fase della Basketball Champions League.

      “LBA”: che prevede l’abbonamento per le sole partite interne della regular season del campionato di Serie A (che sono 15)

      “BCL” per i sette incontri della prima fase della manifestazione europea

 Tralasciando il fatto che due partite del campionato italiano saranno giocate all’Unipol Arena e che quindi questo porterà difficoltà nel traslare in modo giusto i posti abbonati al Paladozza, la nota negativa della nuova campagna abbonamenti sono i prezzi! Infatti, un abbonamento in gradinata numerata Nannetti costerà 550 euro con la formula “FULL”, 420 con quella “LBA” e 150 con quella “BCL”. Nei distinti le cifre salgono rispettivamente a 825, 700 e 240 euro. In tribuna a 1280, 1060 e 360 euro. Un posto in prima fila di parterre si potrà acquistare nel pacchetto “Full” a 4500 euro (dalla seconda fila 3150), in quello “LBA” a 3800 euro (dalla seconda fila 2400), in quello “BCL” a 1200 euro (dalla seconda fila 900). Sono previste riduzioni intorno al 40% per gli abbonati sotto i 18 anni, fatta eccezione per i posti di parterre. Gli Under 18 potranno rinnovare il loro abbonamento soltanto in sede Virtus.
Per i bambini fino a 6 anni compiuti è previsto l’ingresso gratuito, senza la certezza del posto a sedere.

La domanda che subito sorge spontanea è: un ragazzo che va dai 18 ai 25 anni, che non lavora ma studia e che vuole seguire la squadra per cui tifa, come può permetterselo? Ci si lamenta che si guarda lo sport per televisione, che servirebbe vedere ragazzi e ragazze a palazzo per avere “un cambio generazionale” e per far appassionare anche persone alla pallacanestro, con prezzi del genere questo è possibile? Stando a casa con l’abbonamento a Eurosport player, pagando 30€ posso vedere praticamente tutto il basket che voglio, andare in curva a palazzo costa come 18 abbonamenti al servizio streaming delle partite.

Prendiamo una società come Venezia che avrà meno storia della Virtus, che giocherà in un palazzo più “sciatto” di quello bianconero ma che affronta lo stesso campionato e la stessa competizione europea. Per tutti coloro che sono under 24, la società veneta, fa sottoscrivere l’abbonamento a tutte le 15 partite casalinghe di regular season di serie A maschile + tutte le partite casalinghe di Champions League maschile + tutte le partite casalinghe del campionato di serie A1 femminile e di Euroleague Women (o eventuale Eurocup Women) Femminile. Il costo è di: 149 euro.

Vedere quindi tutta la stagione veneziana costa meno che fare il singolo abbonamento per la Coppa virtussina… probabilmente il Paladozza sarà quasi sempre tutto pieno ma certamente, si poteva e si doveva far meglio.

Lorenzo Bencivenga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categoria

Serie A1, Virtus

Tag