La Fortitudo soffre ma vince a Roseto

La Fortitudo prova a vincere per blindare il secondo posto senza Gandini, al completo una Roseto che gioca per evitare le nuvole dell’ultimo posto in classifica occupato in questo momento da Orzinuovi. Bologna inizia con McCamey, Mancinelli, Rosselli, Chillo e Okereafor.

Rosselli apre le danze con la prima tripla del match, risponde immediatamente Carlino con una tabellata dai 5 metri. I ritmi sono sostenuti sin dalle prime battute, con Roseto che appare un po’ più convinta rispetto ai ragazzi di Pozzecco. Okereafor segna dall’arco al rientro dal time-out di Pozzecco, Cinciarini un’azione dopo compie una gran giocata da sotto, allungando il vantaggio a 6 lunghezze e ottenendo ma sbagliando l’aggiuntivo. Parziale aperto di 9-0 con la penetrazione di Chillo, Contento firma un controparziale e riporta a contatto gli Sharks, che con i liberi di Infante torna a -2. Si risveglia una Fortitudo addormentata negli ultimi 2 minuti, che sfrutta la zona degli abruzzesi per colpire dai 6,75 con Cinciarini. Il quarto si conclude con un ottimo contropiede finalizzato ancora da Cinciarini: +8 sul 20-28 al 10′.

Contento corre in contropiede e schiaccia, il vantaggio in doppia cifra arriva 1 minuto e mezzo dopo con Pini che in post-basso fa una gran giocata e insacca un canestro non facile, mentre Roseto perde una palla dopo l’altra e non riesce a difendere con la stessa intensità di inizio primo quarto, permettendo alla Fortitudo di allungare grazie anche al tecnico fischiato a Di Paolantonio. L’unica fiamma degli Sharks è Contento, che segna di nuovo da casa sua, Amici e Italiano ricuciono il vantaggio perso ma Roseto torna sotto di 9 col contropiede finalizzato da Di Bonaventura. Bologna si rilassa e gli abruzzesi tornano lì rosicchiando lunghezza dopo lunghezza a -6, immediato controbreak della effe che chiude in vantaggio di 11, 39-50, all’intervallo lungo.

Buona Fortitudo nei primi due quarti, che è subito andata in vantaggio e ha allungato sfruttando le imprecisioni difensive e offensive degli abruzzesi, che hanno comunque avuto la capacità di non sprofondare soprattutto grazie alle giocate di un infiammato Contento, che ha segnato 16 punti in poco meno di 13′ di gioco.

Canestro di Carlino di una parte, risposta di Mancinelli dall’altra, nuovamente il capitano che due azioni dopo recupera palla e vola a schiacciare in contropiede. Quarto fallo di Pini che si accomoda in panchina, Roseto va in transizione sfruttando un’aquila che si è riaddormentata e accorcia ulteriormente le distanze a 10 punti. Quarto fallo anche per Chillo, Mancinelli si alza da tre segnando e Odige corregge l’entrata di Contento,+13 effe sul 50-63. Bologna inizia ad attaccare male e a difendere in altrettanto modo, Infante allunga il break rosetano e i ragazzi di Di Paolantonio tornano a -7. Contento realizza entrambi i liberi e la situazione si fa complicata: Mancinelli nel momento più difficile realizza subendo il fallo, mentre Pini due azioni dopo trasforma da sotto il +9. Ultimo possesso bianco blu con la rimessa di Cinciarini che trova Rosselli ma il tiro in fade away è corto e il terzo quarto finisce 60-69.

Fultz regala una pallaccia a Roseto che ringrazia e fugge in contropiede. Si sbaglia parecchio da entrambe le parti ma gli abruzzesi riescono comunque a tornare a -7, mentre Bologna perde la terza palla consecutiva frutto di una giocata sbagliata di Okereafor. Antisportivo a Contento, Mancinelli fa solo 1 su 2 ma rimedia da tre allo scadere con tutta la fortuna che si possa avere, riportando la effe avanti di 11. Al 5-0 di Mancinelli Lupusor risponde con altrettanto parziale, Contento torna a segnare da 3 e coi due liberi sempre di Lupusor Roseto torna a -3. Quella che sembrava una partita presso che chiusa si riaccende di colpo, Rosselli rimette distanza e serve Okereafor nell’azione dopo per la tripla importantissima del nuovo +8, ma la partita è tutt’altro che finita. Chillo esce per falli, Roseto non riaggancia ma la Fortitudo non chiude il discorso, altro due su due dalla lunetta per Contento e -4, gran palla di Okereafor per Rosselli che sbaglia un rigore incredibile. Ultimi attimi incredibili, Bologna perde banalmente il possesso della vittoria, permettendo a Ogide di concretizzare un gioco da tre punti e di far tornare Roseto a -1. Rimessa per la effe, due su due di Rosselli, antisportivo a Mancinelli e assurdo 0/2 di Contento nel momento più cruciale, con Carlini che sbaglia la tripla della vittoria: al PalaMaggetti finisce 82-84.

Partita che sarebbe potuta finire incredibilmente con la vittoria del rosetani allo scadere, quando per quasi tutto il match la Fortitudo aveva amministrato senza troppe difficoltà il vantaggio in doppia cifra acquisito. Troppe palle perse nei momenti cruciali, che hanno permesso a Roseto di volare in contropiede e ridurre lo svantaggio. Per gli Sharks ottime le prestazioni di Ogide e di Contento, che hanno chiuso rispettivamente a 21 e 24 punti, lato Fortitudo presidiato da un Mancinelli stellare con 24 punti e con giocate che hanno spezzato il ritmo di Roseto, bene anche Cinciarini, Pini (13 punti entrambi) e Chillo (10).

Secondo posto per ora blindato, la sicurezza arriverebbe con un’altra vittoria, e il prossimo appuntamento, in casa contro Piacenza, è sicuramente l’occasione d’oro.

Tabellini:

ROSETO – FORTITUDO 82-84

Roseto: Marulli 3, Lupusor 9, Di Bonaventura 6, Ogide 21, Contento 24, Carlino 10, Lusvarghi, Palmucci, Zampini 2, Casagrande, Alessandrini, Infante 7. All. Di Paolantonio.

Fortitudo: Italiano 2, Rosselli 9, Okereafor 6, Pini 13, Amici 7, Murabito, Montanari, Chillo 10, Mancinelli 24, Cinciarini 13, Fultz, McCamey, Pederzoli. All. Pozzecco.

Luca Tassinari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...