Vince la Fortitudo nonostante una brutta partita contro Bergamo, condizionata da troppi errori sia da una parte che dall’altra.

Mancinelli, Legion, Gandini, Amici e McCamey sono i 5 scelti da Boniciolli, si inizia dopo il minuto di raccoglimento per l’arbitro Mattioli scomparso all’etá di 49 anni a Murcia. Bergamo parte con un fulmineo 4-0, la effe è brava a recuperare con McCamey e Mancinelli, sbagliando molto in attacco ma riuscendo a difendere in maniera più che corretta. Primo sorpasso con McCamey, Ferri pareggia col piazzato e soltanto 4 azioni dopo si torna a segnare con Fultz. Gran stoppata di Bryan nel contropiede bergamasco, l’americano due azioni dopo è costretto a fermarsi per un infortunio al ginocchio (sperando che non sia nulla di grave) e il primo quarto si conclude con un desolante punteggio di 9-7 per Bologna.

0/2 per Pini ai liberi, mani freddissime da entrambe le parti, ci pensano prima Fultz e dopo Legion a scaldare l’ambiente con due triple. Allungo bianco blu sull’asse Mancinelli-McCamey in contropiede, liberi di Gandini, 23-14 e +9. Ennesimo tiro per Bergamo senza prendere il ferro, se non si avesse sbagliato così tanto in attacco ci sarebbe tutt’altro risultato e tutt’altro margine di vantaggio, la doppia cifra arriva solo in conclusione di quarto sul 27-17, prima del 29-18 all’intervallo lungo.

Si segna con più continuità e si continua a difendere con la stessa intensità, sebbene l’attacco bergamasco sia tutt’altro che schiacciasassi, Pini recupera, va in contropiede e chiude in penetrazione per il +14. Tecnico per Cinciarini, contropiede americano e appoggio di Legion, mentre Bergamo tenta di rimanere in partita e si aggrappa a Solano, che dopo un canestro esulta facendo infuriare la tifoseria e Italiano. Mancinelli segna da tre, Solano di nuovo e nuova esultanza, palazzetto infuocato e, purtroppo, lancio di una bottiglietta con sospensione della partita. A questo punto la multa sarà imminente per le offese al giocatore e, nel peggiore dei casi, si teme la squalifica del campo per l’episodio poco ortodosso della bottiglietta, mentre Bergamo si riavvicina a -3. In un amen Legion e McCamey firmano il nuovo +9. Occasione sprecata in contropiede per l’ulteriore allungo, si torna in doppia cifra grazie anche alla terza tripla di Fultz e la situazione si fa più serena. Cinciarini chiude il discorso da tre, vince la Fortitudo 68-62 e firma la sua settima vittoria su otto partite.

Partita che sicuramente si sarebbe potuta gestire meglio, numerose le lacune offensive soprattutto all’inizio, ma la vittoria è stata portata a casa, conta questo.

Tabellini:

FORTITUDO – BERGAMO 68-62 (9-7, 20-11, 21-27, 18-17)

FORTITUDO: Boniciolli, Cinciarini 8, Mancinelli 7, Legion 18, Fultz 9, Montanari, Gandini 4, Amici 4, Pini 4, Italiano, McCamey 14, Bryan. All. Boniciolli

BERGAMO: Solano 21, Piccoli, Cazzolato 3, Sanna, Mascherpa, Ricci, Ferri 7, Bedini, Fattori 13, Bozzetto 2, Sergio 3, Bergstedt 13. All. Ciocca

Luca Tassinari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categoria

Fortitudo, Serie A2

Tag

, , ,